21 Aprile 2024

di Francesco Sampogna

Ieri sera il salone del Centro Sociale di Salerno, si è riempito con una oceanica adunanza come ai vecchi tempi, un ritorno al passato. Al tavolo l’on. Piero De Luca – vice presidente del gruppo parlamentare PD alla Camera dei Deputati – “sponsor” ufficiale del sindaco di Capaccio Franco Alfieri candidato unico della sinistra per la presidenza della Provincia di Salerno. “La sintesi dell’unità ha l’immagine di Alfieri” De Luca ha esordito.

Elezioni che, a dire degli esponenti della Sinistra Salernitana, dovranno segnare un netto distinguo rispetto al passato e riconoscere che la riforma Delrio ha destabilizzato e bloccato l’azione del provincie, questo è stato l’intervento di Enzo Maraio – segretario nazionale del Partito Socialista -.

Corrado Matera per Popolari e Moderati e Tommaso Pellegrino quale capogruppo IV, hanno ribadito e puntualizzato sulla necessità di rivedere le strategie politiche per il rilancio delle aree interne della provincia come il Vallo di Diano e il Cilento.

Matera ha chiesto a gran voce l’unità tra tutti gli schieramenti di sinistra e rimettere al centro dell’attenzione le zone a sud della Provincia di Salerno.

Pellegrino, ha richiamato tutti alla sottoscrizione di un patto necessario per far fronte al dilagare della destra.

Ha chiuso l’incontro Franco Alfieri – sindaco di Capaccio e già consigliere personale regionale di Vincenzo De Luca – candidato unico per il Centro Sinistra, con la garanzia del suo massimo impegno nel compito difficile che lo attenderà.

Matera ha chiesto a gran voce l’unità tra tutti gli schieramenti di sinistra e rimettere al centro dell’attenzione le zone a sud della Provincia di Salerno.

Pellegrino, ha richiamato tutti alla sottoscrizione di un patto necessario per far fronte al dilagare della destra.

Ha chiuso l’incontro Franco Alfieri – sindaco di Capaccio e già consigliere personale regionale di Vincenzo De Luca – candidato unico per il Centro Sinistra, con la garanzia del suo massimo impegno nel compito difficile che lo attenderà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *