15 Luglio 2024

Femminicidio a Scalea, vigilante uccide la compagna a colpi di pistola in auto e si uccide

0

dal Web

La vittima del caso di omicidio–suicidio è Ilaria Sollazzo, una donna di 31 anni trovata morta nell’auto. A sparare sarebbe stato il 25enne Antonio Russo che poi si è tolto la vita.
Ennesimo caso di femminicidio in Italia. Nelle scorse ore a Scalea, in provincia di Cosenza, un vigilantes ha ucciso la compagna a colpi di pistola prima di togliersi la vita con la stessa arma.

La vittima del caso di omicidio–suicidio è Ilaria Sollazzo, una donna di 31 anni trovata morta nell’auto dell’uomo parcheggiata in via Borsellino, a Scalea. Nella stessa vettura trovato il corpo senza vita anche dell’uomo, il 25enne Antonio Russo, che si sarebbe sparato un colpo in testa con la stessa arma usata per il suo lavoro di vigilantes.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti da parte dei carabinieri, che indagano sull’accaduto, l’omicidio suicidio sarebbe avvenuto nella notte tra sabato e domenica al culmine di un diverbio scoppiato mentre la coppia si trovava in auto per discutere del loro rapporto.

Secondo quanto accertato dagli inquirenti in base alle prime testimonianze raccolte, infatti, pare che tra vittima e presunto omicida il rapporto si fosse interrotto da qualche mese dopo diversi anni insieme, durante i quali avevano anche avuto una bambina che oggi ha due anni ed è rimasta orfana.

I due pare si fossero dati appuntamento sabato sera per l’ennesima volta per chiarire la situazione. L’uomo pare volesse riallacciare i rapporti ma lei non voleva. Stavano discutendo nell’auto di lui sotto l’abitazione della donna quando sono avvenuti i fatti. Il venticinquenne avrebbe aperto il fuoco con la pistola di ordinanza, sparando diversi colpi contro la donna prima di rivolgere l’arma contro se stesso.

Sul posto anche il Pm di turno della procura di Paola che, dopo i rilievi del caso da parte della scientifica e del medico legale, ha disposto la rimozione dei cadaveri ma anche il loro trasferimento a Cetraro dove verrà eseguita l’autopsia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *