2 Marzo 2024

a Cura di Mario Fortunato e Francesco Sampogna

Da oggi nella trasmissione IlPunto24 di LaVoce24TV, Canale WebTv – sulla piataforma YouTube – di La Voce del Meridione, pubblichiamo una serie di reportage di Mario Fortunato, tratti da Cronista di Strada. I reportage televisivi, realizzati da LaVoce24TV, avrà pertanto il supporto degli articoli pubblicati sulle pagine del giornale telematico, La Voce del Meridione, www.lavocedelmeridione.com, grazie al quale verranno riproposti brevi stralci del dossier di “Progetto Nuova linea Alta Velocità Salerno – Reggio Calabria: Lotto 1B Battipaglia – Praia”, utili a fare luce sulle inesattezze che si ascoltano quotidianamente.


In questa prima puntata parliamo della circolazione dei treni: sul nuovo tracciato e sulla linea storica

di Mario Fortunato tratto da “Cronista di Strada

Organizzazione dei servizi ferroviari ipotizzata nel medio periodo

Nello stralcio che si riporta nella nota 1 (dell’articolo pubblicato su La Voce del Meridione – Dossier di Progetto – Studio di trasporto, pag. 13), si prevede:
l’instradamento sulla nuova linea: Battipaglia – Romagnano – Vallo di Diano – Praia dei treni Alta Velocità, Merci e Intercity Roma – Sicilia e viceversa.

Sul tracciato storico: Battipaglia – Vallo della Lucania – Sapri dovrebbero circolare i Regionali e gli Intercity Roma – Reggio Calabria e viceversa, per servire anche le stazioni di Paestum, Agropoli, Vallo della Lucania, Ascea, Centola – Palinuro – Marina di Camerota, Sapri e Maratea.
A chi vorrebbe trasformare una vera e propria Caporetto, tale è da considerare la perdita della linea veloce per il nostro territorio, ricordiamo che l’attuale percorrenza di un treno Intercity sulla linea da Salerno a Sapri – è in media di 1h e 35’ – raggiungendo i 62 km/h.

Il corridore Filippo Ganna ha stabilito il record dell’ora di ciclismo in 56,792 km.
Se politica e istituzioni vogliono mostrare documenti che dicono altre cose, saremo ben lieti di pubblicarle garantendo pari diffusione attraverso gli stessi mezzi mediatici.


Il Punto24 di LaVoce24TV – Alta Velocità Sa – RC Propaganda politica ed atti ufficiali. Circolazione dei treni: sul nuovo tracciato e sulla linea storica. – Rubrica di approfondimento a cura di Francesco Sampogna e Mario Fortunato. Servizio tratto da «Cronista di strada. 28 novembre 2023


Nota 1

1.4.3 – Le ipotesi relative al sistema di offerta dei servizi di trasporto passeggeri e i risultati delle simulazioni del segmento merci (Dossier di Progetto, pag. 13).


1.4.3. Le ipotesi relative al sistema di offerta dei servizi di trasporto passeggeri e i risultati delle simulazioni del segmento merci

Come accennato in precedenza, le ipotesi riferite al sistema di offerta dei servizi di trasporto passeggeri risultano particolarmente rilevanti nello Studio. Da esse dipendono ovviamente gli effetti determinati sulla domanda passeggeri.

Lo schema seguente rappresenta la sintesi dell’organizzazione dei servizi ferroviari che è stata ipotizzata nel medio periodo ipotizzando lungo la linea Salerno-Reggio Calabria la sola presenza del Lotto 1. Più in particolare:

i servizi passeggeri a lunga percorrenza del segmento AV rappresentano i treni, eventualmente in capo a più Imprese Ferroviarie, che vengono tipicamente realizzati in un regime di mercato;

A. i servizi passeggeri a lunga percorrenza del segmento SU rappresentano i treni espletati dalle IIFF nell’ambito di Contratti di Servizio Universale sottoscritti con il MIT, identificati nelle categorie commerciali InterCity e InterCityNotte;

B. i servizi passeggeri del segmento Regionale rappresentano i treni commissionati dalle Regioni alle IIFF nell’ambito di dedicati Contratti di Servizio, compatibilmente con quanto presente negli scenari di sviluppo futuro dei servizi in Accordi Quadro (vigenti e/o in corso di aggiornamento) tra le Regioni stesse e RFI, nonché quelli che si potranno sviluppare in coerenza con il rinnovato assetto infrastrutturale.

Figura 8 – Sistema di modelli per la previsione del trasporto merci


Gli interventi infrastrutturali renderanno possibile un incremento dei servizi Alta Velocità dedicati alla direttrice Salerno – Reggio Calabria, nonché dei futuri prolungamenti in Sicilia; in termini di tempi di percorrenza, tutti i treni AV instradati sulla nuova linea vedono dei guadagni consistenti.

Anche per parte dei treni del Servizio Universale (SU) si ottiene un beneficio in termini di tempi di percorrenza. In particolare, si è ipotizzato di instradare sulla nuova linea i treni IC della relazione Roma – Taranto in corrispondenza del bivio Romagnano e gli IC delle relazioni Roma – Sicilia in corrispondenza del bivio Praia. I treni IC della relazione Roma – Reggio Calabria continuano a percorrere la linea tirrenica a nord di Praia a Mare-Aieta-Tortora in modo tale da garantire l’accesso ai servizi a lunga percorrenza anche alle stazioni di Paestum, Agropoli-Castellabate, Vallo della Lucania-Castelnuovo, Ascea, Centola-Palinuro-Marina di Camerota, Sapri e Maratea. In termini di tempi di percorrenza anche questi treni ottengono un beneficio, grazie all’eliminazione dei perditempo legati alle precedenze, attualmente presenti, da compiere nei confronti dei treni AV (instradati sulla nuova linea).


Infine, per i treni del servizio Regionale è previsto una diversa organizzazione che prevede l’inserimento di nuovi servizi quali il Regionale Veloce Napoli – Potenza, con parte dei servizi prolungati su Taranto, e il nuovo servizio Regionale Cosenza – Crotone diretto, con instradamento sulla bretella di Sibari, che permette un collegamento veloce tra la popolosa area di Corigliano-Rossano e il capoluogo bruzio.

Nel merito della domanda merci la nuova linea AV sarà utilizzata da traffici delle merci ancorché in questa fase, come meglio mostrato nelle figure seguenti che rappresentano i volumi annui bidirezionali (migliaia di tonnellate) che interessano i servizi ferroviari merci che utilizzano le linee in Calabria ai vari orizzonti temporali, è più consistente la quota di traffico che risulta orientata verso il corridoio adriatico e che per effetto della nuova Galleria Santomarco avrà l’opportunità di seguire in modo efficace questo itinerario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *