2 Marzo 2024

A SAN RUFO IL 30 E 31 OTTOBRE – APPUNTAMENTO CON “LA FESTA DELLA CASTAGNA”: ENOGASTRONOMIA, TRADIZIONE E DIVERTIMENTO

0

Riceviamo e Pubblichiamo

Voglio aria la sera e consumazione di vino e castagne in compagnia, perché ognuno conta una storia e insieme viene l’armonia”. I versi di Rocco Scotellaro sono perfetti per introdurre la “Festa della Castagna”, in programma a San Rufo lunedì 30 e martedì 31 ottobre. L’evento rientra nelle attività previste dal Progetto “Viaggio nel Vallo di Diano”, che continua anche nel mese di ottobre a valorizzare la storia, la cultura, il patrimonio artistico, l’enogastronomia e le tradizioni locali, puntando i propri riflettori su San Rufo, delizioso borgo valdianese non a caso conosciuto anche come “Il Paese delle Castagne”.

Il Comune di San Rufo, guidato dal sindaco Michele Marmo, e la Pro Loco San Rufo, presieduta da Francesco Coiro, si apprestano a riproporre l’avvincente festa popolare e il rinomato percorso gastronomico che, snodandosi attraverso le vie più suggestive del centro storico, costituiscono uno degli appuntamenti più sentiti dalla comunità sanrufese.

La Festa della Castagna è una tradizione che portiamo avanti da molti anni -sottolinea il sindaco Michele Marmo- e che nelle precedenti edizioni ha già riscontrato un notevole successo, attraendo tante persone a San Rufo. La cosa che ci caratterizza è l’utilizzo di castagne “biologiche” prodotte nel nostro castagneto comunale, che dopo essere state raccolte dagli idraulico-forestali vengono trasformate in tantissimi gustosi prodotti. Ovviamente è anche un divertente momento di aggregazione, di socializzazione e di vita comunitaria, al quale invitiamo tutti a partecipare”.

Per l’occasione saranno realizzati percorsi di degustazione con ricette tutte a base di questa particolare varietà di castagna sanrufese e, rispettando le tradizioni del luogo, fra i padiglioni gastronomici sarà allestito un Laboratorio dedicato alla produzione della pasta fresca. Si potrà quindi assistere alle fasi della lavorazione artigianale eseguita da mani esperte e volenterose, con il commento di chi della tradizione e degli usi del passato ha fatto tesoro, nutrendone profondo rispetto.

Negli ultimi anni ci siamo sempre più impegnati e specializzati -spiega l’Assessore Maria Antonietta Aquino- affinché la nostra Festa della Castagna assumesse una identità ben precisa, per concretizzare quell’idea di destagionalizzazione che ci sta molto a cuore. Il 30 e 31 ottobre vogliamo portare le persone nel nostro piccolo borgo e anche a visitare l’intero Vallo di Diano, in un periodo diverso dall’estate. In queste due giornate il paese sarà aperto a tutti i visitatori e si potranno degustare tanti piatti tipici della tradizione sanrufese che derivano dalla castagna, e i Laboratori vedranno protagoniste le nostre donne, che vogliono continuare a tramandare i valori della cultura contadina”.

I padiglioni gastronomici sfoggeranno tutto il folklore locale: tra animazione per grandi e piccoli, musica, balli e divertimento, sarà possibile assaggiare le famose castagne locali cucinate in tantissimi modi. Inoltre, ad animare il centro storico di San Rufo ci saranno le esibizioni di artisti di strada

È un evento che davvero coinvolge tutta la popolazione -evidenzia il Consigliere Comunale Domenico Setaro- realizzato in perfetta sintonia dalla Pro Loco di San Rufo e dall’amministrazione comunale. I vari stand vedono impegnati tanti nostri cittadini che, a titolo completamente gratuito, vengono ad aiutare per far crescere il nostro territorio, e perché la Festa della Castagna è il fiore all’occhiello per il paese. Le specialità sono tante, ad esempio i cavatelli fatti con farina di castagna e conditi con funghi porcini, salsiccia e zucca. E poi tanti secondi e dolci fatti in casa da signore bravissime, seguendo tutte le tradizioni, e addirittura anche la pizza”. L’appuntamento imperdibile con “La Festa della Castagna” è quindi per lunedì 30 e martedì 31 ottobre a San Rufo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *