26 Febbraio 2024

Sarno – Pericolo frana nel centro storico. La denuncia del coordinatore cittadino di fdi Enrico Sirica che invoca l’intervento delle autorità

0

riceviamo e pubblichiamo

Nel settembre 2020 si registrò un vero e proprio cedimento con una frana di fango e pietrisco nell’area del centro storico.
Sono passati tre anni da quella frana del 26 settembre 2020 che colpì il centro storico di Sarno, tra via Nunziante e Corso Umberto I, ma da allora nessun intervento di messa in sicurezza è stato realizzato. I cittadini aspettano risposte che non arrivano e con l’avvicinarsi della stagione delle piogge torna la paura.

Ad intervenire sulla questione è coordinatore di Fratelli d’Italia Sarno Enrico Sirica:
“I residenti di via Nunziante e Corso Umberto I lamentano che a distanza di ben tre anni non è stata eseguita alcuna opera di messa in sicurezza dell’area da cui si levarono colate di fango creando danni e disagi ai residenti, i quali altresì non sono stati nemmeno risarcitati dei danni subiti. – dichiara Enrico Sirica – I giornali di settembre 2020 così riportavano: “I monti Saro e Saretto, devastati dagli incendi degli scorsi giorni, hanno vomitato fango e detriti che sono scivolati fino a valle ricoprendo vicolo San Sebastiano e Corso Umberto I. Immediato l’intervento della macchina dei soccorsi che ha disposto l’evacuazione di alcune zone cittadine come via Bracigliano, via Nunziante, l’area della chiesa San Sebastiano e il Corso Umberto I. “Dunque cosa si aspetta ancora? Perché l’amministrazione non interviene, è in ritardo anche su questa problematica? Chi di competenza deve agire con prontezza ed immediatezza, prevenire è meglio che curare”. Il Comune di Sarno ricade in un territorio ad elevato rischio di dissesto idrogeologico e il versante collinare a ridosso di vicolo San Sebastiano mostra evidenti instabilità con la presenza di massi pericolosi in sospensione lungo il richiamato versante collinare, “E’ doveroso , dunque, – conclude Sirica – di conoscere se sia sempre in atto un monitoraggio permanente ed approfondito dello “stato di salute ” dei Monti Saro e Saretto e di sollecitare gli interventi di straordinaria e ordinaria manutenzione necessari per scongiurare pericoli alla popolazione con l’avvicinarsi della stagione invernale “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *