28 Febbraio 2024

A dieci anni dalla lettera del Sindaco e Vice Sindaco di Montesano Sulla Marcellana al Prefetto di Salerno per la chiusura del Tribunale di Sala Consilina

0

di Pietro Cusati detto Pierino

Il 5 settembre 2013 in segno di protesta contro l’ingiustificato accorpamento del Tribunale di Sala Consilina (SA) a quello di Lagonegro (PZ), l’allora Sindaco del Comune di Montesano Sulla Marcellana  Donato Fiore Volentini,unitamente all’allora Vice Sindaco Giuseppe Rinaldi,scrissero una lettera di protesta, di profondo rammarico indirizzata al Prefetto di Salerno,rappresentando  direttamente  la drammatica realtà dei fatti. Un atto di  protesta  a difesa della dignità della popolazione del Vallo di Diano.

Al Prefetto di SALERNO

Piazza Giovanni Amendola

84121 – SALERNO

Eccellenza,

preso atto della volontà del Governo, nella persona del Ministro della Giustizia Cancellieri, di perseverare nella chiusura ingiustificata e profondamente ingiusta del Tribunale di Sala Consilina, nel cui circondario ricade anche il nostro Comune, abbiamo deciso di rimettere alla Vostra Illustrissima Persona le nostre tessere elettorali.

Ciò a significare che non possono esistere territori fortemente penalizzati rispetto ad altri, territori figli di un dio minore, sottoposti a logiche incomprensibili. Come Ella già ben conosce, il trasferimento del Tribunale di Sala Consilina in un Comune più piccolo, come Lagonegro (PZ), di diversa regione, con una struttura palesemente inadeguata, rappresenta una decisione che non tiene assolutamente in conto la realtà dei fatti e mortifica la dignità dei nostri cittadini figli anche essi della Patria, e che noi, nel nostro ruolo di rappresentanza, dobbiamo fino in fondo difendere.Oggi ci sentiamo abbandonati dalle Istituzioni che invece dovrebbero garantirci il diritto a sentirci pienamente Italiani e pertanto rimettiamo nelle Vostre Illustrissime Mani il nostro diritto al voto.

Cordiali Saluti.

IL SINDACO Donato Fiore Volentini IL VICE SINDACO Giuseppe Rinaldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *