20 Febbraio 2024

Riceviamo e Pubblichiamo da Avvocato Paolo Carrano

La questione cinghiali (Sus scrofa ) è estremamente complessa e richiede un approccio scientifico e socio – culturale che ad oggi è mancato ed è necessario mettere in campo un’ azione proattivo da parte dei rappresentanti Politici del nostro Territorio in sinergia con gli Enti Territoriali e con l’ Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, ora si tratta di dare seguito al confronto avviatosi e rafforzare la volontà delle istituzioni di lavorare per la sicurezza di persone.

E’ necessario mettere in campo tutte le azioni possibili e le risorse al fine di installare o ammodernare le recinzioni antintrusione per bloccare l’avvicinamento dei cinghiali ai suini domesticipresenti nel nostro territorio, e finanziare la prevenzione da fauna selvatica. .

Incentivare l’ attività venatoria e i piani di controllo in modo da riduzione il continuo aumento esponenziale dei cinghiali sul territorio.

Sono necessari  interventi di comunicazione, formazione ed educazione rivolti alle comunità locali che in larga misura risultano inattuati: cartellonistica specifica e adeguata, cassonetti dei rifiuti anti- cinghiali per impedire l’avvicinamento dei cinghiali ai centri abitati, attività di educazione ambientale nelle scuole, ma non solo, sono alcune delle misure da mettere in atto. Mancando tali azioni, la conseguenza è che le comunità locali – e più in generale i frequentatori delle montagne del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano – risultano impreparate a convivere con i cinghiali .

Azioni tese a scongiurare in ogni modo le gravissime ripercussioni economiche e sociali che potrebbero verificarsi qualora la malattia si diffondesse , con importanti ricadute anche sull’ economia del nostro territorio e non solo.

Si invitano i rappresentanti Politici del nostro territorio , gli enti territoriali e l’ Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania a mettere in campo tutte le azioni possibili e le risorse necessarie dirette a prevenire situazioni o problemi futuri in modo da pianificare anticipatamente le azioni opportune.

Il portavoce di Fratelli d’Italia di Teggiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *