25 Febbraio 2024

«Informazione Giuridico e Culturale» a cura diPietro Cusati detto Pierino, giornalista, Consigliere – Segretario dell’Associazione Giornalisti del Vallo di Diano (SA)

Peppino Impastato a 45 anni dalla morte ,anatomia di un depistaggio, archiviato il caso?
Il giornalista Giuseppe ,Peppino, Impastato era nato a Cinisi, in provincia di Palermo, il 5 gennaio 1948, nel 1965 fonda il giornale “L’Idea socialista” . Conduce le lotte dei contadini espropriati per la costruzione della terza pista dell’aeroporto di Palermo, in territorio di Cinisi, degli edili e dei disoccupati. Nel 1977 fonda “Radio Aut”, radio libera autofinanziata. Il programma più seguito era “Onda pazza”, trasmissione satirica. Nel 1978 si candida nella lista di Democrazia Proletaria alle elezioni comunali. Fu assassinato nella notte tra l’8 e il 9 maggio del 1978, nel corso della campagna elettorale, con una carica di tritolo. Lo stesso giorno a Roma venne trovato il corpo di Aldo Moro. 9 maggio del 1979, nel primo anniversario della morte il Centro siciliano di documentazione organizzò la prima manifestazione nazionale contro la mafia della storia d’Italia a cui parteciparono circa duemila persone provenienti da tutto il Paese. Nel maggio del 1994 il Centro Impastato presenta un’istanza per la riapertura dell’inchiesta, accompagnata da una petizione popolare. Nel marzo del 1996 la madre, il fratello e il Centro Impastato presentano un esposto in cui chiedono di indagare su episodi non chiariti. Il 10 marzo del 1999 si svolse l’udienza preliminare ,i familiari, il Centro Impastato, Rifondazione comunista, il Comune di Cinisi e l’Ordine dei giornalisti chiedono di costituirsi parte civile e la loro richiesta venne accolta.Nel 1998 presso la Commissione parlamentare antimafia si costituisce un Comitato sul caso Impastato e il 6 dicembre 2000 viene approvata una relazione sulle responsabilità di rappresentanti delle istituzioni nel depistaggio delle indagini, pubblicata successivamente nel volume Peppino Impastato anatomia di un depistaggio. Nel settembre del 2000 esce il film I cento passi che ha fatto conoscere Peppino al grande pubblico. Nel 2011 la Procura di Palermo ha riaperto le indagini sul depistaggio. Nell’aprile del 2012 esce una nuova edizione del volume Peppino Impastato: anatomia di un depistaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *