28 Febbraio 2024

EMERGENZA CINGHIALI NELLE AREE INTERNE: APPELLO DEL GIORNALISTA PIETRO CUSATI  AL NEO-PRESIDENTE DEL PARCO  NAZIONALE  DEL CILENTO, VALLO DI DIANO E ALBURNI GIUSEPPE COCCORULLO.

«Informazione Giuridico e Culturale» a cura diPietro Cusati detto Pierino, giornalista, Consigliere – Segretario dell’Associazione Giornalisti del Vallo di Diano (SA)

Esimio Presidente Coccorullo,

negli ultimi mesi i danni alle colture causati dai cinghiali sono aumentati  e la loro presenza ha comportato anche un sensibile aumento dei sinistri stradali ,nonché ricadute sulla biodiversità del territorio. Perciò è necessario mettere in campo azioni immediate e concrete, utilizzando più strumenti integrati. La base di partenza deve essere una mappatura dei danni costantemente aggiornata per capire dove è più concentrata la presenza dei cinghiali nei territori del Parco e per andare poi ad incidere attraverso i selecontrollori. La caccia di selezione è ,a mio avviso,la pratica migliore per poter poi effettuare la filiera della carne.

Lo sviluppo della filiera delle carni degli ungulati, la conformazione territoriale delle aree interne risulta la più appropriata e potrebbe aprire le porte al cosiddetto “turismo venatorio” che oltre a ridurre la presenza di cinghiali avrebbe ricadute positive anche su altri comparti economici.Un’ulteriore misura potrebbe essere l’introduzione di contributi per colture a perdere affinché si possa circoscrivere il più possibile il fenomeno. Esimio Presidente Coccorullo,mi auguro che le criticità si possano trasformare in opportunità, una risorsa con una valorizzazione e gestione sostenibile. Cordiali saluti. Pietro Cusati,giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *