28 Febbraio 2024

Riceviamo e Pubblichiamo

E’ ufficialmente aperto l’ennesimo cantiere sul lungomare di Capo Rizzuto, già interessata da una serie di lavori che mirano a recuperare uno dei luoghi più suggestivi del territorio che è stato brutalmente deturpato negli anni scorsi. Il nuovo cantiere prevede un investimento di € 400.000,00 interamente indirizzato alla salvaguarda della Torre Vecchia. Si tratta di un progetto richiesto nel primo periodo d’insediamento dell’amministrazione in carica, fortemente voluto dal Sindaco Maria Grazia Vittimberga che ha chiesto agli uffici di reperire fondi urgenti per la sistemazione del lungomare e la messa in sicurezza della Torre Vecchia. Alcuni lavori sono già in corso da tempo e breve verranno ultimati, quest’ultimo invece prevede un intervento a circa 5 metri di distanza, lato mare, della Torre Vecchia, con una palificata tirantata, che a lavori ultimati sarà completamente interrata e non arrecherà alcun impatto visivo. Lo sviluppo della palificata è composta da 16 pali della larghezza di 2 metri e una lunghezza totale di 22,6 metri, costituita da tre blocchi.

A tal proposito il Sindaco Maria Grazia Vittimberga si mostra soddisfatta: “In campagna elettorale avevamo promesso due cose agli abitanti di Capo Rizzuto, la sistemazione del lungo mare e la messa in sicurezza della Torre Vecchia, non certo due cose semplici considerando sia le condizioni in cui versava il lungomare prima del nostro arrivo e sia per il pericolo crollo della Torre”. “Questo intervento –continua il Sindaco– andrà a mettere in sicurezza una volta per tutto l’antico monumento simbolo della frazione. Inoltre speriamo di consegnare prima possibile anche il nuovo lungomare che sarà un vero e proprio gioiello per tutto il territorio”. “Purtroppo – conclude il primo cittadino – a causa del Covid abbiamo perso quasi due anni in burocrazia, nonostante ciò da qui a fine mandato porteremo a termine tanti progetti avviati dalla mia squadra di governo (alcuni già terminati) che mirano a cambiare volto al territorio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *