19 Aprile 2024

Mazzini: l’Italia sarà quello che il mezzogiorno sarà.

0

Notizie dal Web – Carmelo Conte

Il monito di Mazzini è stato sostanziamente ignorato, ad ecceziione di due momenti della storia economica nazinale: la Casmez nel dopo guerra e le politiche meridionaliste degli anni ottanta quando, non a caso, l’italia, grazie all’aumento del Pil meridionale (il più alto d’europa) divenne la quinta potenza mondiale.
Poi, è iniziata una crisi che ha avuto due momenti topici:
– Nel 1992-94, per porre rimedio alla crisi finanziaria si fece la svalutazione del cambio, dando ossigeno alle esportazioni dell’industria del Nord e si cancellò l’Intervento straordinariio, una sorta di “spending review ” teritoriale, violenta e illegale che azzerò il sistema crediditizio meridionale.
– Nel 2008 per fronteggiare la crisi si adottarono terapie di contenimento il cui impatto determinò una perdita dil Pil al Sud di oltre il14%, ma non ha giovato al Nord che continua aperdere contato con l’economia globale.
Ora, ignorando la reltà e la storia, si tenta di ripetere la stessa operazione con l’Autonomia deifferenziata, riducendo l’Italia a tanti Sud.
Cosa Fare ? Bisogna cambiare verso: partire non dalle Alpi, ma dal Mediterraneo che è il naturale candidato a svolgere una funzione centrale, nazionale ed europea, tra traffici marittimi europei, asiatici e nord africani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *