17 Giugno 2024

Salerno presentata la guida del gusto e del palato di Annamaria Parlato

0

di Francesco Sampogna

“120 locali di Salerno e provincia”sono tra le 300 pagine della guida pubblicata da Edizioni dell’Ippogrifo, tra ristoranti, osterie, pizzerie, rosticcerie, pub, pasticcerie e gelaterie che Annamaria ha scelto visitando in lungo e in largo la Provincia di Salerno.

Annamaria Parlato, storica dell’arte e progettista culturale, giornalista pubblicista, si è sempre occupata di enogastronomia. Ha ricevuto nel 2019 dal Comune di Maiori, il Premio “Io Donna per Maiori” VII edizione, per il lavoro svolto con dedizione nella cultura e nell’enogastronomia portando alto il nome della Costiera Amalfitana in giro per il mondo.

“120 locali di Salerno e provincia” è una guida completa perché nessun territorio della provincia è stato trascurato. Sono stati presi in considerazione la Costiera Amalfinata, Cava dei Tirreni con l’Agro Nocerino-Sarnese, Salerno capoluogo, la Valle dell’Irno, i Picentini, il Cilento, il Vallo di Diano, gli Alburni e i centri più importanti.

La prefazione affidata al giornalista e scrittore Andrea Manzi che evidenzia un dato particolarmente importante: “l’Unione Europea rivolge da anni lo sguardo all’identità dei paesaggi enogastronomici salernitani e campani, apprezzando i disciplinari di produzione locale e predisponendo, attraverso i marchi, un efficace orientamento per consumatori e turisti. Un segnale molto forte, questo, che ci ha consentito di legare la migliore ristorazione della provincia con le attività, soprattutto familiari e di piccole reti, tendenti alla difesa della genuinità dei cibi, grazie alla coltivazione, alla trasformazione e al consumo dei prodotti di una terra allineata ai dettami della Dieta Mediterranea e alla salubrità delle pietanze”.

Il volume è stato presentato a Salerno, nel salone Bottiglieri di Palazzo Sant’Agostino, alla presenza del Consigliere provinciale Pasquale Sorrentino, Maura Ciociano per l’Editore, Paolo Romano, Lucia Giannattasio e Silvia Siniscalchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *