15 Luglio 2024

di Davide Massa

FELICE GIACE CHI DEL VIN SI PASCE (Monna Frisia)

SONETTO VENTESIMOSETTIMO

Felice giace chi del vin si pasce

dormendo al sole fra grappi d’alloro,

quand’om Vernaccia al Chianti mesce

e a’meriggianti rai si rende moro.

Beato nasce chi de’guai s’irride,

ad altri lascia dei fastidi cura,

il mosto e l’uva tutto il dì divide,

gusta’l piacer che più a lungo dura.

Allor vertù è l’apportar vantaggio

da’ sobri vizi e dal gustar biltate :

a conoscer vita esorta’l saggio,

non è quistion di bil’oppur d’etate,

menare amante seco sotto al faggio

e con buon vin libare a nova estate. »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *