19 Luglio 2024

Grido d’allarme del sindaco di Mormanno: «Rischiamo di essere spazzati via dalla crisi»

0

L’appello di Pappaterra al Governo: servono misure per il sostegno alle economie dei centri minori; all’orizzonte, dice, c’è il «default psicologico prima ancora che economico»

«Sono giorni molto bui, quelli che stiamo attraversando, per l’Italia e in particolare modo per il Mezzogiorno d’Italia. Il passaggio elettorale è terminato e ricadono su tutti noi i problemi annosi e gravi che viviamo quotidianamente. In assoluto, la grave crisi dovuta alla guerra in Ucraina e alla forte bolla speculativa in atto che sta comportando – ormai da mesi – un aumento sconsiderato dei costi delle materie prime ed in particolare modo dell’elettricità e del gas». È il grido d’allarme di Paolo Pappaterra, sindaco di Mormanno.«Gli enti pubblici e noi amministratori fra un po’ potremmo consegnare, simbolicamente, le chiavi del Comune perché non riusciremo più a coprire i costi, non riusciremo più a programmare investimenti di ordinaria e straordinaria amministrazione – prosegue –. Le famiglie, già vessate da un sistema fiscale non incentivante, sono vittime dell’usura del costo dell’energia; i redditi medio-bassi iniziano a razionalizzare addirittura sugli acquisti alimentari. Le imprese, tasto significativo perché reggono i micro e macro sistemi economici, stanno chiudendo; il rischio non remoto è di ritrovarci centinaia di migliaia di donne e uomini licenziati o in cassa integrazione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *