21 Giugno 2024

PIAZZA CILENTO E VALLO DI DIANO SCHERARSI: LAVORI DI RICOSTRUZIONE DEL PONTE CAIAZZANO

0

Piazza Cilento e Vallo di Diano “Schierarsi”: Lavori di ricostruzione del Ponte di Caiazzano – replica alle dichiarazioni del dirigente della Provincia, ing. Michele Lizio

Riceviamo e Pubblichiamo

Padula, lì 06 Giugno 2024

La Piazza-Schierarsi Cilento-Vallo di Diano, avendo tra i suoi obiettivi prioritari l’informazione e la tutela dei cittadini, ritiene di dover replicare alle dichiarazioni dell’Ing. Michele Lizio, dirigente del settore viabilità della Provincia di Salerno, rilasciate questa mattina a Radio Alfa, in merito all’ormai tristemente nota vicenda dei lavori di rifacimento ex novo del ponte di Caiazzano, inaugurati in pompa magna nel lontano luglio 2023, allorquando il Presidente della Provincia dichiarava “Il ponte sul Fiume Tanagro verrà demolito e ricostruito in sei mesi”. Da allora acqua ne è passata sotto il ponte, chiuso al traffico dalla fine del 2021. Tanto è stato detto e contraddetto fino alla dichiarazione odierna dell’ing. Lizio che parla della primavera 2025, quale probabile data di termine dei lavori.

Ma per fare effettivamente chiarezza sulla vicenda occorre precisare che una prescrizione o richiesta di indagini archeologiche della Soprintendenza esiste, contrariamente a quanto affermato dal dirigente della Provincia, il quale ha dichiarato che nulla è stato notificato al riguardo alla Provincia. La Piazza Schierarsi Cilento Vallo di Diano non ha ricevuto alcuna notizia in anteprima, perché il parere della Soprintendenza, dal quale si evince la necessità di indagini archeologiche preventive è stato notificato alla Provincia di Salerno Settore Viabilità e Trasporti in data 6 dicembre 2022.

A tal proposito ricordiamo in breve come sono andati i fatti, che, a causa del tempo trascorso, potrebbero essere stati dimenticati. La Provincia di Salerno indice conferenza decisoria per il giorno 6 dicembre 2022,
della quale trasmette nota alla Soprintendenza il 13 ottobre 2022. La Soprintendenza formula richiesta di integrazioni documentali che non riceve, nonostante la reiterazione di richiesta. Finalmente in data 25 novembre 2022 viene trasmessa dalla Provincia alla Soprintendenza la relazione archeologica che individua per l’opera di rifacimento ex novo del ponte Tanagro un rischio archeologico basso. La Soprintendenza però ritiene tale relazione archeologica non condivisibile, in quanto l’area oggetto di intervento è posta in prossimità di aree archeologiche e ricalca un probabile tracciato viario di età romana e pertanto subordina il rilascio del proprio nulla osta all’esecuzione di indagini archeologiche preventive.

Il dirigente della Provincia, ing. Lizio, nel corso dell’intervista a Radio Alfa, prima nega l’esistenza di una “segnalazione“ da parte della Soprintendenza, poi non esclude che sia in itinere una richiesta della Soprintendenza, ma precisa che ad oggi non è stata notificata alla Provincia, mentre invece alla Provincia e p. c. al Comune di Padula è stato notificato il parere della Soprintendenza in data 6 dicembre 2022, da cui emerge la prescrizione di indagini archeologiche preventive che dovranno interessare le pile di fondazione del nuovo ponte, per il quale sono previsti lavori di scavo a 20/ 25 metri di profondità. Inoltre si precisa che, contrariamente a quanto dichiarato dall’ing. Lizio nell’intervista rilasciata a Radio Alfa, la richiesta della Soprintendenza di indagini archeologiche è stata “posta” in sede di Conferenza di servizi decisoria- quarta riunione del 6 dicembre 2022 e non si tratterebbe di una richiesta in corso d’opera tardiva. Intanto il ponte preesistente non è stato ancora interamente demolito. Quanto riportato, per amore di verità, risulta da documento in nostro possesso.

Tra reticenze, rinvii, false partenze e sfilate, i cittadini continuano a subire i danni determinati dalla chiusura del Ponte di Caiazzano. A loro tutela rinnoviamo la nostra disponibilità a supporto di eventuali azioni giudiziarie.






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *