25 Febbraio 2024

La filosofia di Italo Calvino, uno degli scrittori italiani più celebri, di prendete la vita con ”leggerezza”, che non è superficialità

0

di Pietro Cusati detto Pierino

Vivere le cose con ‘’leggerezza’’cioè con ironia e trarre il meglio dal peggio,di «togliere i macigni che abbiamo sul cuore».Italo Calvino  è stato uno tra i maggiori scrittori del secondo novecento,  conosciuto e tradotto in tutto il mondo, Calvino  rappresenta lo scrittore italiano per antonomasia.  Autore di racconti e romanziItalo Calvino si interessò anche al mondo del teatro, del cinema, della musica e dell’arte. Italo Calvino è nato  nel 1923 a  Cuba, dove i genitori risiedevano e svolgevano la professione di agrotecnici. A tre anni  la famiglia torna in Italia, a Sanremo, dove  frequenta la scuola.     “San Remo continua a saltar fuori nei miei libri, nei più vari scorci e prospettive”, dichiarò in una intervista. Nel 1944 partecipa alla guerra partigiana, esperienza che lascerà traccia nelle sue opere. Si iscrive alla Facoltà di Lettere a Torino, città in cui si trasferisce. Pubblica  racconti in riviste  e collabora con la casa editrice Einaudi, dove entra in contatto con i maggiori scrittori dell’epoca .Alla fine degli anni Sessanta si trasferisce a Parigi, dove inizia a frequentare il gruppo di scrittori dell’OulipoItalo Calvino esordisce come autore di guerra, raccontando l’esperienza della Resistenza attraverso gli occhi di un bambino. Il sentiero dei nidi di ragno, è il romanzo di esordio di Calvino,venne  pubblicato nel 1946. Racconta la storia di  un bambino che vive in mezzo agli adulti, che lo coinvolgono nel furto della pistola a un nazista.Dalla seconda metà degli anni Settanta Italo Calvino scrive i suoi romanzi più noti. La svolta avviene in Calvino grazie alla frequentazione con gli scrittori francesi del gruppo dell’Oulipo, che intendono la letteratura come gioco combinatorio .Italo Calvino lavorò a lungo per la casa editrice Einaudi, occupandosi di recensione e valutare i libri in vista di una pubblicazione. Questa attività è molto importante, tanto che Italo Calvino dirà: «Il massimo della mia vita l’ho dedicato ai libri degli altri. E ne sono contento». Lezioni Americane. Tra i lavori di saggistica spicca poi l’ultimo libro, lasciato incompleto da Italo Calvino prima di morire il  19 settembre 1985. Si tratta delle Lezioni Americanesei conferenze che Calvino avrebbe dovuto tenere nel 1985 presso l’Università di Harvard. Il sottotitolo del libro recita: «Sei proposte per il prossimo millennio». Calvino  individua le caratteristiche che avrebbero dovuto caratterizzare la letteratura del nuovo secolo, leggerezza, rapidità, esattezza, visibilità e molteplicità. Il 15 ottobre 2023 si sono svolte  le celebrazioni per il centenario della nascita di Italo Calvino, scrittore  tra i più amati in Italia e la cui fama non accenna ad appannarsi. Autore tra i più letti ed anche tra i più suggeriti nelle scuole a tutti i livelli. In occasione del centenario la casa editrice Mondadori ha indetto un concorso per dare una nuova veste grafica ai romanzi, che sono in corso di pubblicazione negli Oscar, che è stata vinta da Jack Smyth, giovane disegnatore irlandese di grande talento. Sono già usciti con la nuova copertina tutte le opere di narrativa più celebri, da Il barone rampante a Se una notte d’inverno un viaggiatore, da Palomar a Le città invisibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *