4 Marzo 2024

Grande successo per il convegno/incontro tenutosi il 4 e 5 novembre a Sala Consilina: “Crimini, danni e lotte ambientali: Storie e voci dal Vallo di Diano”

0

Riceviamo e Pubblichiamo

Cerniera di legalità e difesa dell’ambiente, luogo di incontro tra associazioni, comitati e movimenti che tutelano il territorio e si scambiano buone pratiche: così vogliamo definire il Vallo di Diano, che il 4 e 5 novembre ha ospitato il convegno sociale “Crimini, danni e lotte ambientali: Storie e voci dal Vallo di Diano”. Una narrazione nuova, che si oppone a quella che vede il nostro territorio come vittima indifesa di traffico e smaltimento illecito di rifiuti, teatro di colonizzazione da parte dei clan di camorra e ‘ndrangheta.


Un successo, soprattutto vista la partecipazione delle scuole: più di 100 tra studenti e studentesse valdianesi hanno riempito l’Arena Cappuccini di Sala Consilina, hanno ascoltato gli interventi e partecipato attivamente sia attraverso le molte domande poste agli e alle ospiti, sia attraverso i laboratori di formazione tenuti da FADA Collective, A Sud, Libera Contro le Mafie, Common – Comunità monitoranti e Radio Lasagne Verdi. È emersa con chiarezza la scarsa informazione su temi centrali, come la diffusione capillare del fenomeno mafioso nel nostro territorio, ma anche l’insufficienza dei programmi scolastici sull’educazione ad essere cittadinanza attiva e
consapevole.
Il convegno, frutto della stretta collaborazione tra l’associazione R.E.S.T.A. (Rete Ecologia Salute Territorio Antimafia) del Vallo di Diano, il collettivo di giornalistə d’inchiesta FADA Collective e l’Università degli Studi di Milano, si pone come un primo passo nella costruzione di una campagna di sensibilizzazione su temi come l’ambiente, la salute pubblica e l’infiltrazione delle organizzazioni di stampo mafioso nel tessuto economico e imprenditoriale della zona; obiettivo principale della campagna resta quello di formare le scuole, la componente studentesca del territorio.
Da notare l’assenza quasi totale delle istituzioni: fatta qualche dovuta eccezione, la maggior parte delle amministrazioni comunali del Vallo di Diano non si sono presentate, nonostante la partecipazione di nomi rilevanti, che con la politica collaborano (pensiamo a Francesco Curcio, Procuratore DDA Potenza, e a Sandro Ruotolo, ex senatore della Repubblica Italiana).
L’associazione R.E.S.T.A. Vallo di Diano coglie l’occasione per ringraziare tutte le persone che hanno partecipato al convegno sociale, ospiti, moderatori, moderatrici, associazioni, comitati e pubblico. Ringraziamo in particolar modo coloro che hanno supportato l’iniziativa, i partner A Sud, Voice Over Foundation, IrpiMedia, Libera, Associazioni, nome e numeri contro le mafie, GAL Vallo di Diano, Casa Surace; il Comune di Sala Consilina e l’AIS (Associazione Italiana Sociologia), Sezione Sociologia del Territorio per il patrocinio. Ringraziamo inoltre Radio Lasagne Verdi e Bosco Natio per la collaborazione, e tutte le fondazioni, le associazioni, gli enti no profit e le singole persone che hanno voluto esprimere il loro supporto all’evento attraverso una donazione.
Si può ancora contribuire con una donazione tramite il link: https://sostieni.link/34691

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *