25 Febbraio 2024

di Carmine Pecoraro

Tra chi “spicca per finto presenzialismo” e chi è “non pervenuto”, non c’è nessuno che si salvi in questa amministrazione, che sta lasciando un’eredità misera ai suoi cittadini.

Nastri da tagliare, concerti e danze, un’ebbrezza vibrante che ha fatto perdere di vista le cose importanti di cui Sarno ha bisogno e così non può andare. I concerti non governano la città e, arrivati a meno di un anno dalle elezioni, il giudizio da parte dell’opinione pubblica è assolutamente negativo.

Un decennio impiegato quasi totalmente a organizzare feste e ripartire poltrone. L’attuale giunta ha prediletto l’intrattenimento, spostando l’attenzione su futili banchetti a festa, e perdendo di vista i temi più cruciali per lo sviluppo. Ma come in tutte le feste, si sa, c’è chi balla al centro della pista e chi sta in un angolo.

“Quelli del pollice in su” sono quelli che si ricandideranno inneggiando “al nuovo che avanza”, tentando di occultare il pieno non interesse nei confronti di Sarno.

È sotto gli occhi di tutti che la priorità di questa amministrazione sia stata quella di attingere continuamente a risorse destinate all’ideazione di eventi – oltretutto funzionali solo a una cerchia ristretta – sacrificando tutto il resto.

Non esistono progetti, iniziative o attenzioni alla valorizzazione delle periferie, né tantomeno progettualità nel sociale, o capacità di risposta alle problematiche quotidiane dei cittadini e – cosa molto grave – non si ascoltano i giovani e le loro richieste.

Infine, il centro storico è un deserto solitario, con i commercianti abbandonati e senza una programmazione di alcun tipo e, peggio ancora, senza un adeguato aiuto – richiesto anche a gran voce dagli stessi – dopo i continui atti criminosi che hanno, letteralmente, spinto la nostra città sull’orlo dell’invivibilità.

Ci troviamo di fronte a un bivio. Vogliamo scegliere Sarno e partecipare alla sua rinascita o vogliamo assistere a un lento, e ineluttabile, declino da cui non si ritornerà indietro?

Angelo Vitolo
Presidente Fratelli d’Italia Sarno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *