4 Marzo 2024

SITUAZIONE SANITARIA INSOSTENIBILITA’ PER CARENZA DI PERSONALE MEDICO SPECIALISCO PRESSO IL PRESIDIO OSPEDALIERO DI POLLA “LUIGI CURTO”

0

Riceviamo e Pubblichiamo

AL PRESIDENTE DELLA REGIONE CAMPANIA DOTT. VINCENZO DE LUCA

SITUAZIONE SANITARIA INSOSTENIBILITA’ PER CARENZA DI PERSONALE MEDICO SPECIALISCO PRESSO IL PRESIDIO OSPEDALIERO DI POLLA “LUIGI CURTO”: CONCORSO DEDICATO COME ZONA DISAGIATA E POLO ATTRATTIVO PER GIOVANI MEDICI

Da diverso tempo leggiamo della carenza di Medici / specialisti del Presidio Ospedaliero di Polla “Luigi Curto” con migliaia di cittadini che si vedono ridotto il diritto all’ assistenza sanitaria /ospedaliera “diritto sancito dall’ art. 32 della Costituzione Italiana : la salute come diritto fondamentale e interesse della collettività”, ma la situazione dell’ assistenza di base con cittadini privi di medico di famiglia non è meno preoccupante.

L’assenza completa di una programmazione sostenibile per l’ Ospedale di Polla e la carenza di personale medico ha portato, attualmente, la situazione sanitaria del Nosocomio Pollese in uno stato emergenziale.

La carenza di personale medico è aggravata dal pensionamento e dalle dimissioni volontarie da parte di specialisti che non sono più in grado di reggere una condizione lavorativa attualmente inaccettabile in termini di servizio offerto alla popolazione e in termini di sicurezza per il personale che lavora presso il nostro Nosocomio.

Ormai da anni manca una programmazione credibile del futuro della Sanità Pollese e questa incertezza ha spinto molti medici a dimettersi dall’incarico.

Tale condizione mette inevitabilmente il nostro Ospedale in una situazione emergenziale, con il rischio sostanziale di chiusura di alcune Unità Operative e con il venir meno di servizi nodale per la cura di patologie importanti e soprattutto urgenti.

Pertanto rischia di venir a mancare per la nostra popolazione il pieno diritto alla salute, che è previsto dall’ art. 32 dalla Costituzione per tutti i cittadini “sine distinctione cuiuslibet”.

Ritengo a modesto parere che in un’area così decentrata e disagiata come la nostra sia impensabile non mantenere un efficiente e completo Presidio Ospedaliero polispecialistico di diagnosi, di cura e di percorsi diagnostico terapeutici assistenziali .

E’ evidente pertanto che, perdurando queste condizioni, sono a rischio sia la qualità del servizio sanitario offerto ai Pazienti, sia la sicurezza per i medici che lavorano in ospedale e per questo sono necessari provvedimenti urgenti da parte dei Responsabili della Sanità Regionale e Provinciale,

Alla luce di queste riflessioni , si sollecita la Regione Campania , in persona del Presidente Dott. De Luca, in sinergia con i rappresentanti politici del nostro territorio, di valutare l’ opportunità di mettere in campo bandi per concorsi specifici (dedicati), con assunzioni a tempo indeterminato , con permanenza presso il Presideo Ospedaliero di Polla da tre o cinque anni , con il rimborso di vitto ed alloggio“come una missione”, e l’ indennità di disagio come area periferiche e disagiate, valutando anche la possibilità di trasformare questi territori in luoghi della formazione e valorizzazione della carriera dei giovani medici (polo attrattivo per i giovani medici).

Fratelli d’Italia – Avv. Paolo Carrano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *