25 Febbraio 2024

«Informazione Giuridico e Culturale» a cura di Pietro Cusati detto Pierino, giornalista, Consigliere – Segretario dell’Associazione Giornalisti del Vallo di Diano (SA)

Modificare o addirittura  abolire l’art. 59 della costituzione che contempla la figura e la funzione  dei senatori a vita, considerati oggi «anacronistici» per una Repubblica parlamentare come quella italiana? L’Italia è una eccezione ?L’Italia  è davvero  un’eccezione a livello mondiale ? Quale futuro?  Diventano membri del Senato senza un termine di mandato tutti gli ex presidenti della Repubblica e, su nomina del Quirinale, i «cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario». I  senatori a vita non possono essere più di cinque al momento sono sei? Sono senatori a vita  Monti, Cattaneo , Segre,  l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, l’architetto Renzo Piano e il fisico Carlo Rubbia. Nella storia repubblicana italiana, i senatori a vita sono stati finora 11 ex presidenti della Repubblica e 38 nominati dal Quirinale,tra cui Giovanni Leone e Napolitano, poi diventati presidenti. L’unico a essersi dimesso dalla carica di senatore a vita è stato il direttore d’orchestra Arturo Toscanini, nominato il 5 dicembre 1949 e dimessosi due giorni dopo. Il caso dei senatori a vita italiani è  unico al mondo.In  teoria   è da alcuni  anni che si parla della possibilità di fare a meno di questo istituto , finendo sempre  però in un nulla di fatto.

In  altri Paesi non esistono  figure paragonabili ai nostri senatori a vita, ossia parlamentari nominati dal capo dello Stato e senza una scadenza di mandato.L’Italia risulta essere un’eccezione a livello mondiale. Esistono parecchi Paesi in cui i parlamentari sono nominati dal capo dello Stato, ma il cui mandato ha una scadenza temporale, ed esistono alcuni Paesi in cui gli ex capi di Stato diventano senatori a vita una volta cessata la carica. Ma solo in Italia esistono senatori con entrambe le caratteristiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *