20 Febbraio 2024

Il sindaco di Sapri, Antonio Gentile, ha firmato un’ordinanza che impone ai proprietari e ai conduttori dei terreni fronteggianti le strade statali, provinciali e comunali, interne ed esterne al centro abitato, di garantire adeguata manutenzione entro il termine massimo del 31 maggio. In caso di inadempienza l’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di far eseguire direttamente i lavori con spese a carico dei contravventori. Le trasgressioni all’ordinanza saranno sanzionate.

Le disposizioni dell’ordinanza

L’ordinanza prevede che i proprietari e i conduttori dei terreni fronteggianti le strade debbano: potare regolarmente le siedi radicate sui propri fondi che provocano restringimenti, invasioni o limitazioni di visibilità sulla strada confinante;

  • tagliare i rami delle piante radicate sui propri fondi e che si protendono oltre il ciglio stradale o che nascondono o limitano la visibilità di segnali stradali o interferiscono in qualsiasi modo con la corretta fruibilità e funzionalità della strada;
  • tagliare i rovi e gli arbusti lungo i cigli delle strade al fine di ridurre la vulnerabilità degli stessi all’innesco di incendi;
  • rimuovere immediatamente alberi, ramaglie e terriccio caduti dai propri fondi sulla sede stradale per effetto di intemperie o per qualsiasi altra causa e che siano di ostacolo al normale deflusso delle acque meteoriche e di intralcio alla circolazione;
  • arare e coltivare alla distanza minima di 1 m dal ciglio del fosso o cunetta i fondi confinanti con strade comunali e vicinali in modo tale da non pregiudicare la stabilità delle ripe;
  • rispettare le fasce di rispetto previste dagli artt. 16 e 17 del Codice della Strada per le piantagioni;
  • adottare tutte le precauzioni e gli accorgimenti atti ad evitare qualsiasi danneggiamento, pericolo o limitazione della sicurezza e della fruibilità delle strade confinanti con i propri fondi;
  • tenere i cortili, le pertinenze degli edifici e le aree non urbanizzate in stato di nettezza al fine di impedire pericolo igienico-sanitario e rendere gli stessi decorosi alla pubblica vista;
  • conservare i fabbricati ed i muri di qualsiasi genere in modo da non compromettere l’incolumità pubblica e da non arrecare danno alle strade.

In caso di inadempienza l’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di far eseguire direttamente i lavori con spese a carico dei contravventori. Le trasgressioni all’ordinanza saranno sanzionate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *