26 Maggio 2024

Da uff.stampa

SALERNO – Nella suggestiva cornice del Convitto Nazionale Statale “T. Tasso” di  Salerno si è svolto il 1°  Concorso Nazionale  dal titolo “Ri-Creazione”

Nella biblioteca, davanti a numerosissimi partecipanti, la presentazione di questa idea che si sposa con la scuola, quale ambiente di apprendimento e luogo “life wide”. Luogo di partenza per la realizzazione del Concorso, la Scuola Secondaria di 1° grado “Fresa-Pascoli” di Nocera Superiore il cui dirigente scolastico, Prof. Michele Cirino, grazie al Laboratorio Creativo del Riciclo, ha permesso ai ragazzi di partecipare al progetto della Biennale di Venezia, vincendo il Leone d’argento per la creatività nelle scuole.

Da questo riconoscimento è, poi, nata, grazie alla disponibilità del Commissario Straordinario del Convitto, On. Prof. Pasquale Cuofano, l’idea di estendere l’esperienza a tutte le scuole d’Italia.

Bottiglie di plastica, vecchie carte e vetri che prendono vita e si trasformano in bellissimi fiori, lumi, ed animali di ogni specie, espressioni di una fantasia illimitata che toglie al rifiuto la sua inutilità e lo trasforma in opera d’arte. Il progetto ideato dal Prof. Giovanni Cuofano è stato illustrato dalla critica d’arte Prof.ssa Cristina Tafuri. Partner ufficiale  dell’evento  la Centrale del Latte di Salerno, rappresentata dal Direttore Generale Dott. Giorgio Criscuolo che ha evidenziato il costante impegno culturale del Comune di Salerno,azionista della Centrale,  per le iniziative del territorio. 2010  ha approvato questa iniziativa essendo un promotore di nuove ricerche nel campo del design nel segno del sostegno umano e della ecocompatibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *