2 Dicembre 2022

“Sanza borgo dell’accoglienza”, una guida turistica scrigno di emozioni

di Lorenzo Peluso
“Sanza borgo dell’accoglienza”
, pronta la piccola ma preziosa guida turistica per dare accoglienza ai turisti e visitatori. L’iniziativa di valorizzazione e promozione del territorio, promossa dall’amministrazione comunale di Sanza, su indicazione del Consigliere delegato al turismo Angelo Marotta, è stata consegnata ieri dall’editore Gagliardi di Lagonegro. Trentacinque pagine di immagini, informazioni, storia e curiosità. Arricchita anche dalla mappa del borgo antico, con l’individuazione dei beni culturali da visitare e di quattro mappe dei sentieri più importanti dove praticare trekking o per escursioni in mountain bike.

Una mini guida essenziale per conoscere ad apprezzare le bellezze del “borgo dell’accoglienza” e della sua maestosa cima del Cervati, vetta della Campania. La guida offre anche una serie di informazioni utili sulle attività ricettive, della ristorazione e delle principali tipicità agroalimentari: dalla mozzarella al caciocavallo, dal pane all’olio extravergine d’oliva. Un lavoro prezioso che va nella direzione di offrire un supporto utile e necessario a coloro che decidono di visitare il borgo antico di Sanza e le sue bellezze paesaggistiche ed ambientali. “E’ il nostro modo di dare il benvenuto a chi decide di venirci a visitare – ha sottolineato il sindaco Vittorio Esposito – Sanza Borgo dell’accoglienza è l’insieme di beni culturali, di sentieri di montagna, di portali e vicoli nel centro storico; di chiese e cappelle, tra fede e tradizione. Ma è anche l’invito a vivere l’alternanza delle stagioni tra colori, profumi e suoni; tra canti popolari e processioni di fede. Tra l’impeto delle acque del fiume e la serenità di una piazzetta del borgo”. La guida sarà presentata prossimamente ufficialmente e distribuita alle agenzie di promozione turistica provinciali e regionali ed in occasione di manifestazioni di livello nazionale ed internazionale dedicate al turismo. “E’ un breviario che nasce con l’intento di accogliere ed indicare la direzione del viaggio nella storia, nel patrimonio storico, artistico, architettonico, naturalistico e antropologico della nostra comunità – ha sottolineato il Consigliere con delega al turismo, Angelo Marotta – Un invito alla scoperta non soltanto del centro storico ma anche dell’immenso patrimonio rurale, naturale ed ambientale del borgo di Sanza. Devo ringraziare l’autore, il nostro concittadino, il giornalista e fotografo Lorenzo Peluso che gratuitamente ha realizzato questo magnifico scrigno di emozioni cogliendo nel pieno il nostro pensiero, ossia mettere in relazione la vetta della Campania, il Monte Cervati, con la sua cima a 1898 metri, con i vicoli e le piazzette del centro storico.  Le chiesette e le cappelle fuori le mura con i sentieri ed i camminamenti segnati nel corso dei secoli. Tutto questo – ha concluso il consigliere – ora diviene vetrina ed immagine attrattiva della nostra comunità che punta ad essere punto di riferimento regionale per il turismo lento e di alta qualità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.