21 Giugno 2024

di Francesco Sampogna

“Qui oggi c’è l’Italia più bella e più vera”. Le parole del Presidente dell’Associazione Elaia, Vincenzo Rubano, all’apertura della IX edizione del Premio Internazionale Nassiriya per la Pace. Un Premio, “dedicato ai caduti a Nassiriya ma anche a tutti coloro che ogni giorno combattono nei vari fronti di guerra per l’ideale della pace e che purtroppo in diversi casi hanno perso la vita“.

Una cerimonia iniziata sulle le note dell’inno d”Italia dinanzi il Santuario dell’Annunziata di Licusati e il monumento dedicato ai Cadutu di Nassiriya alla presenza del Vice Presidente del Senato Maurizio Gasparri e del Viceministro degli Esteri Edmondo Cirielli.

“Questi eventi sono importanti perché ricordano tutti coloro che hanno dato la vita per la sicurezza in Italia e nel mondo – ha dichiarato il Vice Presidente della Camera Maurizio Gasparri – Oggi oltre ai caduti a Nassiriya si sono voluti ricordare tutti coloro che sono caduti per affermare il valore della legalità. Un momento educativo per i ragazzi delle scuole che hanno partecipato ma anche per dare risalto ad una realtà come quella del Cilento che attraverso questo Premio riesce a diventare promotore di valori sani e positivi”.

Giornata speciale durante la quale sono state scoperte le tre pietre d’inciampo, dedicate all’ambasciatore Luca Attanasio, al carabiniere Vittorio Iacovacci e al brigadiere Carmine Tripodi.

“Il ricordo dei martiri di Nassiryia – ha affermato il Viceministro degli Esreri Edmondo Cirielli – è l’occasione per ribadire l’impegno a tutto tondo dell’Italia per la pace. Difenderà anche la,legalità internazionale contro i prepotenti, contro le dittature, contro coloro che pensano di potere regolare i rapporti internazionali con la forza e la violenza. L’Italia è in prima linea per difendere il valore della pace“.

Molti i rappresentanti delle forze dell’ordine premiati, ma non solo, anche uomini e donne che si sono distinti nella loro vita in nome dell’uguaglianza, della fratellanza e dell’aiuto reciproco. Un momento importante per il Comune di Camerota, ha detto il Sindaco Mario Scarpitta che si è detto “orgoglioso di ospitare una manifestazione quale il Premio Nassiryia per la Pace che da lustro al nostro territorio e alla nostra nazione. La guerra ha bisogno di pace“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *