21 Giugno 2024

di Francesco Sampogna

Dopo i numerosi casi di Listeria è scattata su base nazionale un maxi controllo da parte dei NAS, sono scattate sanzioni anche per un caseificio salernitano. Durante la maxi operazione dei Nas, per evitare la diffusione della listeria, sono state sequestrate 14 tonnellate di alimenti irregolari per un valore di circa 327mila euro. Imprese chiuse e sanzionate e sospese ben 23 imprese produttive tra queste c’è anche un caseificio salernitano.

I controlli sono stati scattati a seguito di casi di intossicazione da listeria, ed eseguiti a livello nazionale, dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute e del Ministero della Salute a. I vari casi di listeria sono episodi collegati al consumo di alimenti crudi o a cottura ridotta – wurstel, formaggi – . Ispezionate circa 1100 aziende di lavorazione e trasformazione di alimenti, attività maggiormente esposte alla contaminazione da batterio Listeria: produzioni di prodotti caseari a limitata maturazione, gastronomia con farcitura confezionati in atmosfera controllata e destinati alla Grande distribuzione. Accertate irregolarità in 335 strutture; 310 gli operatori segnalati all’autorità giudiziaria. Contestate, inoltre, sanzioni per un valore di 365mila euro. Tra le criticità riscontrate materie prime scadute o in cattivo stato di conservazione. Nel caso del caseificio del salernitano stavano per essere commercializzati e che erano sprovvisti della documentazione sulla rintracciabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *