17 Giugno 2024

Giorgia Meloni, in attesa di ottenere l’incarico, non ha alcuna intenzione di scontentare gli imprenditori edili e di frenare il vasto settore economico che ruota e vive sulle ristrutturazioni edilizie.

I «bonus resteranno», ma con ogni probabilità – come riporta il quotidiano “Il Messaggero” oggi in edicola – accorpati e saranno divisi tra prima e seconda casa. Per le prime case, la detrazione fiscale scenderà dal 110 all’80%. Per le seconde case, invece, la soglia di detrazione oscillerà tra il 50 e il 65%.

Verrà inserita una clausola di salvaguardia per tutte le pratiche già autorizzate in modo da non dare ai contribuenti «altre brutte sorprese».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *