22 Giugno 2024

Golfo di Policastro: Memorial per Lorenzo Pio Coronato: «Ancora troppe giovani vittime sulla statale 18»

0

di Francesco Sampogna

«Mettere in sicurezza la strada statale 18 affinché non ci siano più giovani vittime». È questo  grido lanciato dalla madre di Lorenzo Pio Coronato, il giovane di Ispani vittima di un incidente stradale avvenuto tra il 3 e il 4 luglio scorso e deceduto il 14 agosto, dopo 44 giorni presso l’ospedale Immacolata di Sapri.
“Il mio appello – ha affermato Maria Teresa Mega, madre di Lorenzo – è rivolto alla messa in sicurezza di questa strada. Tanti gli incidenti che si sono verificati la scorsa estate. Si potrebbe pensare ad esempio di aumentare la presenza delle forze dell’ordine o anche  installare degli autovelox. Ho parlato con il Sindaco d’Ispani Francesco Giudice per la convocazione di un tavolo tecnico affinché la situazione in cui versa la statale venga attenzionata al più presto. Non si può perdere la vita per strada in questo modo. Basta con i proclami bisogna trovare soluzioni pratiche.

Abbiamo bisogno che non ci siano più morti lungo le nostre strade”. Al grido della mamma di Lorenzo, si unisce quello di Pietrina Paladino, madre di Maria Dorotea di Sia vittima  di un incidente avvenuto nel maggio del 2013 a Bisceglie in Puglia. “Combattiamo per queste morti assurde – afferma Pietrina –  Li chiamano incidente ma non lo sono. C’è sempre la responsabilità di qualcuno. Purtroppo c’è troppa indifferenza, nessuno ci ascolta. Questi ragazzi vanno tutelati perché la vita è un bene prezioso e deve essere sempre protetto”.

Due mamme unite dallo stesso destino, hanno presenziato al memorial in ricordo di Lorenzo Pio Coronato, organizzato a Policastro Bussentino dagli amici del 18enne. Una giornata ricca di commozione e molto intensa con la presenza anche del Sindaco di Ispani Francesco Giudice. “Il problema della sicurezza stradale attanaglia il Golfo da molti anni. – ha affermato Giudice – Ho accolto l’appello della madre di Lorenzo e per tale motivo è necessario istituire un tavolo tecnico con gli altri Sindaci del Golfo, con la Prefettura, l’Anas e le forze dell’ordine per cercare di risolvere il problema della sicurezza stradale che riguarda tutti gli abitanti del territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *