17 Giugno 2024

BASILICATA. 12 COMUNI DEL LAGONEGRESE VINCONO IL BANDO “GREEN COMMUNITIES”, UNICI IN REGIONE

0

www.radiodigiesse.net/basilicata

Sono 35 le Green Communities che verranno finanziate con il Piano nazionale di Ripresa e Resilienza. Pubblicata oggi la graduatoria con i territori individuati, che si uniscono alle tre aree montane italiane già finanziate. In Basilicata hanno vinto i dodici comuni, capofila Latronico, di: Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Chiaromonte, Episcopia, Fardella, Latronico, Lauria, Nemoli, Rivello, Rotonda, Trecchina, Viggianello, con una popolazione totale di 35mila abitanti circa.

Il progetto territoriale presentato dalle comunità lucane dal titolo GSHC – Green Smart Human Communities: paesaggi umani sostenibili verso gli obiettivi dell’Agenda 2030 ha ottenuto un finanziamento del valore di 4.242.771,07 €; unica realtà lucana che ha ottenuto il finanziamento a questo bando.

“Una sfida complessa in un periodo storico caratterizzato da una visione di sviluppo che deve fare i conti con i danni che negli ultimi 100 anni sono stati prodotti per assicurare una crescita economica che non sempre è andata a braccetto con la tutela della biodiversità – si legge in una  note pubblicata sulla pagina Facebook istituzionale del Comune di Lauria – La convenzione dei comuni, siglata all’interno del dettato normativo del testo Unico sugli Enti Locali, recupera un nuovo rapporto tra uomo e natura nutrendo con la cultura della sostenibilità e dell’innovazione sociale il dialogo fra persone e ambienti naturali“.

“È una grande opportunità per le politiche virtuose – afferma il Sindaco di Latronico e coordinatore del progetto Fausto De Maria – che dobbiamo mettere in atto nel nostro territorio, ci apre un nuovo mondo che sa di futuro per il Paese e non possiamo permetterci di sprecare questa opportunità che siamo riusciti a cogliere grazie a una grande lavoro fatto nel periodo di Ferragosto. Siamo riusciti con sacrificio, insieme ad associazioni e professionisti del territorio, ad ottenere questo risultato, di cui beneficeranno le nostre comunità per i prossimi anni. Con la medesima sinergia e condividendo il percorso non dobbiamo sprecare questo lavoro, è importante che questa grande opportunità che abbiano costruito diventi, per la nostra area territoriale, un vero volano di sviluppo dal punto di vista ambientale ed economico”.

“Posso dire con fierezza che sono stato il primo – il commento del Presidente dell’Unione Lucana del Lagonegrese Gianni Pittella – a parlare di questa grande opportunità per la nostra area territoriale e a condividere questa idea con tutti i Sindaci che, sono stati disponibili, abbiamo affidato il coordinamento di questo gruppo di lavoro a Fausto De Maria, primo cittadino di Latronico. È stata una vittoria collettiva perché preparata con il coinvolgimento delle forze culturali e ambientalistiche dei due enti Parco e di cittadini che hanno partecipato alle nostre riunioni preparatorie dei progetti che abbiamo poi candidato. Con grande soddisfazione siamo stati gli unici in Basilicata a vincere questo bando, quando si perseguono obiettivi con tenacia poi si ottengono anche belle vittorie che diciamo sono a tutto vantaggioso dalla nostra comunità, unita e compatta, sul tema della sostenibilità ambientale”.

“Un risultato tanto più importante – conclude Pittella – perché si può proiettare anche nel futuro perché diventare Green community significa, anno dopo anno, poter contare sul sostegno finanziario regionale e nazionale, così come è stato già anticipato dall’Assessore regionale all’ambiente Cosimo Latronico e come sicuramente vorrà fare il nuovo governo perché come dire essere Green community significa sviluppare tutte le potenzialità in termini ambientalistiche che questo territorio è dotato”.

“Il percorso delle Green Communities – ricorda Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem – era partito nel 2008 con Uncem a coordinare i progetti nazionali in cinque aree pilota montane, e nei Parchi nazionali, al sud. Poi l’inserimento in legge, la 221 del 2015. Ora l’azione forte sul Pnrr, con 179 progetti candidati. 35 finanziati, più tre. Intenso il lavoro fatto dai territori e parallelamente dal Ministero insieme con Uncem, azione che prosegue nell’accompagnare i territori nell’attuazione dei progetti inseriti nelle ‘Strategie d’area”. Non c’è tempo da perdere. I fondi devono essere investiti bene e subito. Con traiettorie chiare e condivise dalle comunità”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *