28 Maggio 2024

di Francesco Sampogna

«Un progetto per monitorare da remoto il flusso delle condotte e quindi intervenire preventivamente prima del disagio»

«Una Misura del PNRR che abbiamo ottenuto ci ha dotato di un primo finanziamento 12 milioni di euro ed è a gara. Ci consentirà modernizzare la gestione delle acque attraverso un progetto intelligente – spiega il presidente del Consac-. Si tratta di un progetto per monitorare da remoto il flusso delle nostre condotte e quindi intervenire preventivamente prima del disagio, evitando in questa maniera la dispersione del bene acqua».

Ma continua: «Abbiamo poi già finanziato ed è a gara un secondo intervento di 15 milioni di euro per recuperare e sostituire le parti più deteriorate della condotta del Faraone» Le opere sulla condotta del Faraone. Il primo lotto già stato finanziato dalla regione Campania ed è di 5 milioni di euro. Ora è in aggiudicazione il secondo lotto, si tratta di una struttura basilare per la distribuzione dell’acqua nel nostro territorio. «L’Acqua bene da tutelare perché in esaurimento. Anche le piccole attenzioni permettono di risparmiare importanti quantità di questo prezioso bene; con gesti di basilare importanza, riusciremo a creare una sensibilità nuova per valorizzare un bene fondamentale», si augura il presidente Maione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *