19 Luglio 2024

di Martina Lanzetta

Ventidue settembre, trentasei gradi a Palermo. Non è la prima volta che la città si ritrova a vivere questo caldo così soffocante, ma ciò che preoccupa è l’aggravarsi della situazione nei momenti in cui il fenomeno si ripresenta.
Per tutta l’estate l’intera Sicilia è stata costretta a vedere incendi da tutte le parti, ma oggi il grave fatto riguarda solo il suo capoluogo. Scuole evacuate, macchine a fuoco, malori improvvisi per via delle temperature troppo elevate…
Forse è vero che, ormai, le stagioni non esistono più. Da un giorno ha avuto inizio l’autunno, ma l’Italia è divisa fra temporali violenti e fuochi preoccupanti.
L’aria nella città è irrespirabile, per le strade cammina pochissima gente. In previsione, da domani, forte pioggia.
Chissà se questa terra riuscirà ad avere un po’ di pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *