19 Luglio 2024

di Francesco Sampogna

Chi era Serafina Varamo, per tutti a Caselle conosciuta come Concetta, una donna piena di vita, con un sorriso sempre sulle labbra, impegnata da anni nel sociale, organizzatrice e promotrice della “Giornata del Sorriso”, disponbile e cordiale con tutti, cosi viene ricordata Concetta dai suoi compaesani, ma un ricordo unico è quello della nipote di Concetta, che affida l’immagine della zia Concetta a un post su Facebook, riportato nella pagina ufficiale ed istituzionale del Comune di Caselle in Pittari, ve lo lascio leggere attentamente, capirete il perché Varamo Serafina per tutti Concetta era una persona speciale.

Il 29 dicembre 2022, il Comune ricorderà la sua concittadina “Concetta” in occasione del “Premio Nazionale Antonio Pianese 2022” 5° ed. assegnato alla Memoria di Varamo Serafina “Concetta”

Il ricordo della giovane nipote Althea Ezzelino

“Lei è Serafina Varamo, per tutti Concetta; è nata il 05/09/1972 ed è mia zia. È sempre stata parte attiva della comunità di #caselleinpittari, si è occupata del museo interattivo, era parte di un gruppo che organizza rafting sul fiume #Bussento, era un membro del coro parrocchiale, si occupava dell’accoglienza di alcuni turisti e la collocazione di questi nelle varie case-vacanza che lei stessa puliva e ordinava, ha organizzato e portato avanti fino a 2 anni fa la “Giornata del Sorriso” di cui io ero partecipe insieme a lei.

E’ sempre stato un vanto dire “guarda, quella è mia zia” perché lei era tante cose racchiuse in una sola persona e ad oggi è difficile trovare qualcuno così, lei si è sempre impegnata mettendoci anima e cuore in tutto quello che faceva anche senza essere retribuita, regalava sorrisi a chiunque anche se era una brutta giornata, ha dato molto alla #comunità di Caselle mettendosi a disposizione per qualsiasi cosa e ha dato molto anche come zia, sorella, madre e moglie.

Sin da piccola, da quando venivo in vacanza, ho associato in qualche modo Caselle a zia perché l’ho vista sempre partecipare a quasi tutti gli eventi paesani. Associo Caselle a lei perché il giorno del mio primo Carnevale qui mi ha regalato un vestito stupendo, lo associo a lei perché quando arrivava Pasqua faceva una pastiera senza canditi solo per me, lo associo a lei perché è sempre stata una persona che mi ha incoraggiata a non mollare mai, specialmente con la scuola, lo associo a lei perché il mio primo giorno di elementari qui oltre ai miei genitori c’era anche lei, lo associo a lei perché era molto simile a mia madre, lo associo a lei per tutti i capodanni fatti insieme e infine perché nonostante tante incomprensioni sarà sempre una persona che mi ha aiutata a crescere e a capire tanto”

Althea Ezzelino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *